ANKO, confettura di fagioli giapponesi Azuki

Azuki è il legume più consumato in Giappone dopo la soia. Questo fagiolo rosso è la base di molti dolci giapponesi, “wagashi”, sotto forma di purè/confettura chiamata “anko”, gli Azuki si possono trovare nei negozi Biologici o nei negozi che vendono alimenti orientali, sono utlizzati per farcire dolci e in particolare di Dorayaki, i pancake giapponesi, vedi la mia ricetta qui su Coopad, ma anche pietanze salate, in particolare il riso.
I fagioli Azuki sono conosciuti per le sue numerose qualità nutrizionali. In effetti, questo legume è ricco di proteine, vitamine e minerali.
I fagioli azuki vengono cotti fino a diventare morbidi, poi vengono mixati e passati attraverso un setaccio per ottenere la consistenza più fine senza le bucce. Io utilizzo il bimby per comodità, ma possono essere cotti nella classica pentola a pressione.

INGREDIENTI

400 gr fagioli Azuki

200 gr zucchero di canna

1 bacca vaniglia o qualche goccia di essenza

PREPARAZIONE

Mettere in ammollo i fagioli per almeno 12 ore

Versare i fagioli con l’acqua di ammollo nel bimby e cuocere per 10 minuti a 100 gradi a velocità cucchiaio inverso,

Poi scolare i fagioli e rimetterli nel bimby verificando il suo peso perchè occorrerà unire il doppio del suo peso di acqua, e rimetterli a cuocere per 60 minuti, velocità cucchiaio inverso a 100 gradi aggiungendo 150 gr della dose di zucchero e la vaniglia.

Aggiungere i restanti 50 gr di zucchero e cuocere in modalità varoma per 40 minuti senza misurino, per l’evaporazione dell’acqua, se necessario aumentare la cottura fino al raggiungimento della consistenza dovuta. Se cuoci i fagioli nella pentola a pressione metti tutto lo zucchero insieme all’acqua, la vaniglia e i fagioli.

A fine cottura frullare per almeno 5 minuti a velocità 5, o fino a ridurla in una pasta liscia, oppure un minipimer, un frullatore a immersione.

Potete metterla nei barattoli, chiuderli ermeticamente e rovesciarli per creare il sottovuoto per conservarla più a lungo in frigo o in sacchetti appropriati in congelatore.

La confettura Anko la puoi usare per accompagnare una coppa di frutta mista, per farcire i Dorayaki, i pancake giapponesi, io l’ho usata anche per farcire dei muffin o delle crostatine.

La confettura di Anko è usata anche per preparare un dessert gelatinoso il Mizu Yōkan, questo dolce tradizionale giapponese di solito dalla doppia consistenza, lo Yōkan piuttosto solida, quindi anche se tagliata sottilmente potrebbe stare in piedi, spesso farcita con castagne, sempre giapponesi, o in forma di budino, più morbido, ve li proporrò entrambi in una prossima ricetta, utilizzando parte della confettura preparata in abbondanza.

Per il momento potete provare la Confettura Anko con i Dorayaki, la mia ricetta la trovate QUI

2 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.