Crostata con Flan di crema al latte condensato

Molto simile alla “Tarte au Flan Parisien”, la Crostata con Flan di crema al latte Condensato, che sostituisce la crema pasticciera, ovvero un mix di latte condensato, latte vaccino e uova, in un guscio di farine prive di glutine, composto da polvere di mandorle, farina di grano saraceno, farina di mais e farina di riso, coperto da una sottile strato di Caramello Mou.
La decorazione è un dipiù, che sempre faccio per rendere piu’ appetibile agli occhi i miei dolci.
Con questa ricetta ho preparato una crostata da 20 cm di diametro e 12 tartellette da 9 cm di diametro.

youtube.com\dolceperamore

INGREDIENTI PER LA PASTA FROLLA GLUTEN FREE

200 gr. di farina di grano saraceno

100 gr di farina di riso

100 gr di farina di mais

100 gr di farina di mandorle

250 gr di zucchero di canna

250 gr di burro a dadini freddo

2 uova

1/2 cucchiaino di sale fino

1/2 cucchiaino di lievito

1 baccello di vaniglia

INGREDIENTI PER IL FLAN AL LATTE CONDENSATO

1 lattina di latte condensato (390 gr.)

2 lattine (del latte condensato) di latte integrale

4 uova

INGREDIENTI PER IL CARAMELLO MOU

180 gr di zucchero semolato

50 ml di acqua a temperatura ambiente

150 ml di panna fresca

20 gr di burro freddo

Per la preparazione della pasta frolla ho utilizzato il bimby, ma puo’ essere utilizzato qualsiasi altro robot di cucina o anche a mano.

Versare nel boccale tutte le farine, lo zucchero di canna, il sale, il burro a dadini, la vaniglia e il lievito e far girare 20 sec. vel.5

Aprire il boccale e versare le uova, chiudere il boccale e far girare altri 20 secondi a vel. 5.

Versare il composto sull’asse di legno ed amalgamare la massa a formare una palla, avvolgerla nella pellicola e farla riposare almeno 30 minuti, meglio un paio d’ore

Per la preparazione del caramello Mou, in un pentolino versare l’acqua e lo zucchero, quando avrà raggiunto un colore ambrato,

fuori fuoco aggiungere la panna calda e mescolare con un cucchiaio di legno o gomma, rimettere sul fuoco per sciogliere gli eventuali grumi spegnere il fuoco ed aggiungere il burro.

Versare il caramello mou in una piccola caraffa o contenitore con beccuccio e raffreddare.

Per la preparazione della crema al latte condensato, nel frullatore versare il latte condensato, il latte e le uova e frullare per qualche minuto, far riposare qualche minuto il composto

togliere l’eventuale schiuma formatasi in superficie con l’aiuto di un cucchiaio, questo per evitare che la crema in cottura formi dei buchi e non esca uniforme.

PREPARAZIONE DELLA CROSTATA CON FLAN AL LATTE CONDENSATO

Riprendere la pasta frolla dal frigo, stenderla e foderare la forma della crostata e le formine delle crostatine, bucare il fondo con una forchetta

cuocerle in formo statico a 180 gradi per 20 minuti.

Dopo averle fatte raffreddare, versare un sottile strato di caramello mou in ogni guscio di crostatina e della crostata più grande, far rapprendere il caramello in frigo per 15 minuti, nella crostata più grande ho cosparso sopra il caramello della farina di cocco.

Versare sopra il caramello il composto al latte condensato e cuocere in forno statico a 160 gradi per circa 20/25 minuti, per la crostata più grande 30/35 minuti, la crema in cottura non deve gonfiarsi.

Raffreddare le crostatine e la crostata a temperatura ambiente,

se volete potete decorarle come ho fatto io, oppure è già pronta per essere degustata.

La Tarte au Flan Parisien versione brasiliana vi colpirà per il suo gusto delicato e non eccessivamente dolce.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.